Recensione manga: Girl from the other side

Girl from the Other side è un manga  della serie Seinen, pubblicato da J-Pop, per un costo di € 6,50. Si tratta di una serie composta da 6 volumi, ancora in corso. In Italia è finalmente arrivato il primo volume grazie a J-Pop.

Questa è la favola dell’oscura creatura e della bambina.

La storia mi aveva già incuriosita e affascinata sia per la trama che per i fantastici disegni. Già dalle prime tavole ci immergiamo in un’atmosfera cupa e al tempo stesso calma, facendo subito la conoscenza protagonisti. Una graziosa e deliziosa bambina di nome Shiva viene accompagnata da un’oscura creatura che, con molta premura si prende cura di lei, chiamata Maestro. Shiva e il maestro non possono assolutamente toccarsi per nessun motivo a causa di una maledizione che ha colpito l’intera popolazione.

Infatti lo scenario è quello di un regno maledetto non ben definito, suddiviso in due parti: quello interno popolato dalle persone normali, e quello esterno, abitato da mostri e persone “maledette”. Visto il forte dilagarsi della maledizione, per ovviare a questo problema, le persone che abitano il regno interno hanno costruito un muro attorno ai territori non infetti per tenere il pericolo lontano ed evitare il contatto.

Prima di andare avanti e conoscere meglio i nostri protagonisti, vi spiego un po’ come funziona la maledizione. Questa maledizione viene trasmessa attraverso il solo tocco con una persona maledetta, successivamente questa si trasformerà in una specie di Wendigo.

Ma che cos’è un Wendigo? Il Wendigo è una figura demoniaca mitologia dei Nativi Americani provenienti dalle regioni dei Grandi laghi tra Stati Uniti e Canada. Ha caratteristiche umanoidi, corpo scheletrico ed emaciato, in alcune versioni viene raffigurato con delle corna o con il cranio di un cervide al posto della testa. Si tratta comunque di una creatura maligna e divoratrice di uomini.

Tornando ai nostri protagonisti, leggendo il manga notiamo subito che nonostante l’assenza totale di contatto, riusciamo a sentire il profondo rapporto che lega  Shiva e il Maestro. Un rapporto dolce e premuroso, basato sulla fiducia e sulla gentilezza. Pagina dopo pagina, cresce in noi la voglia di scoprire qualcosa in più sulla storia ei due protagonisti, su come si sono conosciuti e dove li porterà via via il corso della storia. Proprio per questo ho deciso che continuerò questa serie con molto entusiasmo, adesso non ci resta che attendere il secondo volume per scoprire come si evolverà la storia.

Curiosità
Siúil, a Rún, il sottotitolo del manga, è il titolo di una canzone tradizionale irlandese e la sua  melodia richiama quasi una ninna-nanna, malinconica e nostalgica.


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: